Catania, visite mediche: l’alternativa può essere il videoconsulto

Catania, visite mediche: l’alternativa può essere il videoconsulto

VIDEOCHAT, #H7ACASATUA: VIA AL SERVIZIO DIGITALE SPERIMENTALE

Se da un lato il Covid ha determinato il distanziamento sociale e rivoluzionato connessioni
interpersonali per aumentare i livelli di sicurezza; dall’altro il poliambulatorio catanese H7 Hospital
Seven, con la direzione tecnica di Paolo Cutello, ha eliminato le distanze tra paziente e
specialista, lanciando un innovativo servizio. È il Videoconsulto, già introdotto nel 2012 dal
Consiglio Superiore di Sanità – con le linee di indirizzo nazionali sulla telemedicina – ma ancora
sottoutilizzato in Sicilia, dove l’erogazione di servizi di assistenza sanitaria tramite il ricorso alle
nuove tecnologie, non ha ancora integrato le prestazioni tradizionali.
«È semplice, veloce e comodo: il videoconsulto medico garantisce un confronto diretto con lo
specialista in tutti i casi in cui non sia necessario un contatto fisico – spiega il manager Daniele
Virgillito – lo abbiamo sperimentato per necessità durante il lockdown e lo abbiamo fatto diventare
un servizio sempre attivo, con l’obiettivo di accelerare il processo di diagnosi e cura, ridurre lo
stress e il disagio, lì dove è possibile e non occorra recarsi nelle strutture sanitarie».
L’obiettivo? Condividere esami o referti, avere risposte a dubbi su terapie e trattamenti in corso,
sull’insorgenza di sintomi che potrebbero destare preoccupazione; trasferire velocemente
documenti, dialogare con il medico per eventuali approfondimenti, per avere rassicurazioni ed
essere indirizzati eventualmente ad altre prestazioni, esami, approfondimenti, follow-up e controlli:
il tutto, evitando eventuali assembramenti nelle sale d’attesa e limitando gli spostamenti.
Il servizio #H7acasatua sarà gratuito fino al 15 ottobre e vedrà al servizio dell’utenza medici di 13
branche, tra cui internisti, cardiologi, endocrinologi, ginecologi, neurologi, oculisti, ortopedici e
urologi, per rispondere a ogni esigenza: «Abbiamo potenziato la nostra piattaforma digitale
dedicata www.hospital7.it – sottolinea l’imprenditrice e azionista del Gruppo Alba Murabito – dove
sarà possibile selezionare la specialità e il medico che si desidera contattare per prenotare un
consulto a distanza. A seconda del caso – e per tutte le prestazioni che non hanno carattere
d’urgenza – lo specialista aiuterà il paziente a capire quando è necessario recarsi in struttura per
accedere ai servizi ambulatoriali o quando è invece possibile prendere piccoli accorgimenti per
migliorare la propria condizione di salute». Come funziona il servizio di video chat? Gli
appuntamenti, spiega Murabito, possono essere prenotati velocemente al telefono contattando il
numero 095.3420099 o in alternativa online sul nostro sito. L’operatore esaminerà la richiesta per
comprendere, rispetto al caso specifico, la fattività del videoconsulto, orientando poi il paziente
sulla scelta dello specialista più adatto alle sue esigenze.
#H7acasatua non vuole sostituirsi alle visite tradizionali, «vogliamo semplicemente sfruttare i
vantaggi offerti dalla tecnologia – conclude Virgillito – accompagnando e indirizzando il paziente in
eventuali percorsi diagnostici. Il counseling telematico, dopo il periodo di gratuità dettato dalla
sperimentazione del servizio, verrà offerto con soluzioni fair price così come tutti i nostri servizi,
che mirano a integrare le esigenze di cura a supporto del sistema pubblico, con costi accessibili e
sostenibili soprattutto nella direzione della prevenzione. Siamo nati con l’obiettivo di contribuire al
benessere fisico e psicologico delle persone e in questo momento così delicato abbiamo ritenuto
necessario un servizio di consulenza che ci auguriamo possa restituire un po’ di serenità in poche
ore, grazie all’esperienza del nostro staff medico».